Banner Tram di Torino
TRAM TRAINO VEICOLI T402

 

Il tram di servizio T402 fa parte di un lotto di quattro vetture, convertite negli anni '70 in motrici bidirezionali per il traino, modificando gli ultimi quattro tram della serie 2500: dalla 2596 alla 2599. I quattro tram modificati assunsero le nuove matricole T400 (la ex 2596), T401 (la ex 2597), T402 (la ex 2598) e T403 (la ex 2599) e furono affidate una per ogni deposito (rispettivamente Venaria, Nizza, San Paolo e Tortona).

Nel caso specifico del T402, nel 1974 furono rimossi tutti gli arredi interni, sostituiti da cassoni per la zavorra, fu chiusa la porta centrale, dove al suo interno sono stati posizionati i serbatoi dell'aria compressa (altrimenti posti nel sottocassa) e fu installato un secondo banco di manovra in fondo al tram per poterlo rendere bidirezionale (da qui il soprannome "doppio inseritore"). Il deposito assegnatario di questa vettura fu il San Paolo.

Il principale compito del T402 stato il recupero di tram in avaria lungo la rete: tale mansione stata svolta diligentemente fino al nuovo millennio. Complice i sempre maggiori tagli nella rete da una parte e dall'altra l'arrivo di un mezzo bimodale (il trattore Unimog 481 strada-rotaia), molto pi pratico ed efficiente, i tram da traino serie T400 sono stati gradualmente accantonati e demoliti. Il fatto di essere assegnato al San Paolo (e quindi anche agli impianti fissi) risparmia il T402 che resta in servizio fino al 2002. Con la rimozione del binario di raccordo degli impianti fissi (il binario su corso Trapani), anche il T402 termina la sua carriera. Per qualche mese resta accantonato sul binario di fronte al deposito Tortona, poi viene trasferito nei capannoni del deposito Regina Margherita, dove resta fino alla fine del 2008.

Durante gli ultimi mesi di accantonamento, la vettura diventa fonte di parti di ricambio per il restauro della 2592, operato dai soci volontari di ATTS. Alla 2592 finiscono, tra gli altri: i cassoni copri-cinematismi delle porte (ancora originali in legno, sebbene verniciati in grigio), i paraurti, alcuni elementi lignei sopravvissuti agli sventramenti degli anni '70 e i vetri dei finestrini delle porte.
La vettura ridotta oramai allo scheletro, tutto il recuperabile stato recuperato, ma un peccato perdere un tram storico come questo. ATTS decide di inserirlo nell'ambito del progetto della linea storica e, viste le condizioni, sceglie di riportare la vettura non solo alle condizioni pre-modifica del 1974, ma addirittura allo stato originale degli anni '30. Visto che si deve annullare una pesante modifica, tanto vale riportare il tram alle condizioni in cui usc dalla FIAT nel 1933 (tre porte, di cui l'ultima a singolo battente, doppia fila di sedili e panche longitudinali). L'intero capitolato, presente all'interno del bando di gara, disponibile a questo link.

Il restauro del tram iniziato nel gennaio del 2009 e si concluso nel 2010, riportando il tram nelle sue condizioni di inizio servizio.

DATI TECNICI (fonte GTT)

Schema T402

Anno di costruzione: 1933
Anno di trasformazione: 1974

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
- tara (compreso conducente): 18.000 kg 
- massa complessiva: 20.000 kg 
- lunghezza fuori tutto: 13.790 mm
- raggio medio min. di curvatura: 13.759,5 mm
- velocit max: 40,5 km/h 
- alimentazione: 550 Vcc 
- organo di presa corrente: pantografo 

CASSA
- carrozzeria: FIAT
- colore: blu
- lunghezza: 13.200 mm
- larghezza: 2.250 mm
- sbalzo anteriore: 3.250 mm
- sbalzo posteriore: 3.250 mm
- altezza: 3.150 mm
- altezza pavimento dal p.d.f. min: 840 mm
- altezza pavimento dal p.d.f. max: 840 mm
- numero porte: 2

FRENO E IMPIANTO PNEUMATICO
- freno di servizio: elettropneumatico
- freno di emergenza: elettropneumatico
- freno di stazionamento: meccanico
- motocompressore: Westinghouse DH 10

ORGANI DI CORSA
- scartamento: 1.445 mm
- rodiggio: Bo + Bo
- tipo carrello motore: MONCENISIO 
- passo carrello motore: 1625 mm
- interperno: 6.700 mm
- rapporto di riduzione: 4,31
- tipo di trasmissione: ingranaggi denti diritti 
- tipo ruote: rigido 
- diametro ruote a nuovo: 680 mm
- diametro ruote a max usura: 620 mm

TRAZIONE 
- tipo motore: TIBB GDTM 1252 
- potenza continuativa: 4 x 23,5 kW 
- potenza oraria: 4 x 30 kW 
- avviamento: reostatico con inseritore

CAPACITA'  POSTI PER PASSEGGERI
- posti di servizio: 4
- posti totali: 4

 

GALLERIA FOTOGRAFICA


La T402 al deposito San Paolo, vista posteriore


Ancora la T402, questa volta sul binario in uscita dal deposito San Paolo


La T403, gemella della T402, accantonata davanti il Tortona nel 2000


Il banco di manovra del T403 nel 1984


Il futuro del T402 significa tornare alle origini...


...com'era nel 1932-33 appena uscita di fabbrica!