Banner Tram di Torino
TRAM SERIE 8000 (HITACHIRAIL)

Elenco veicoli in servizio al 7.7.2024

8001, 8002, 8003, 8004, 8005, 8006, 8007, 8008, 8009, 8010, 8011, 8012, 8013

Elenco veicoli collaudati in attesa di nullaosta per immissione in servizio al 7.7.2024

8014, 8015, 8016

Elenco veicoli consegnati al 7.7.2024

8017, 8018, 8019, 8020, 8021, 8022, 8023, 8024, 8025, 8026

L’ultima generazione di tram torinesi è rappresentata dalla Serie 8000, costruita in Italia da Hitachi Rail (filiale italiana della multinazionale giapponese Hitachi che ha rilevato l’AnsaldoBreda nel 2015). Evoluzione del modello Sirio di AnsaldoBreda, a differenza di questo e del Cityway di Alstom, la motrice serie 8000 è dotata di veri carrelli: essi sono collegati alle casse senza l’ausilio di ralle con la semplice interposizione delle sospensioni e possono compiere una piccola rotazione. Il primo esemplare è stato consegnato a GTT nel febbraio 2022, seguito dagli altri due tram della pre-serie nel giugno e agosto dello stesso anno; dopo le prove di omologazione dei primi due esemplari, le consegne di tutte le 70 unità dovrebbero avvenire entro il 2025. Il tram è monodirezionale ed è composto da 5 casse, ognuna con il suo nome: agli estremi MA ed MB (cassa "motorizzata" A e "motorizzata" B), al centro P ("pantografo") e poi le due casse sospese RA e RB ("raccordo" A e "raccordo" B). Le quattro porte, elettriche a espulsione, si trovano nei moduli sospesi con una disposizione simile a quella dei tram Serie 5000. Il design è firmato da Giugiaro Architettura.

Il tram si caratterizza per l’accessibilità: sono disponibili due postazioni per carrozzine e un sedile vicino alla prima porta è studiato per disporre di più spazio per le gambe al fine di poter accogliere anche i cani guida per gli ipovedenti. Grandi vetrate forniscono all’interno una notevole luminosità senza generare effetto serra poiché i finestrini sono trattati con una pellicola che blocca i raggi UV. L'area destinata ai passeggeri dispone di 36 sedili e di circa 30 metri quadrati di suolo calpestabile che possono ospitare fino a 182 passeggeri in piedi.

Il pantografo si distingue per una forma differente (è della ditta svizzera Sécheron) e dispone di un sistema di emergenza per l’abbassamento in caso di urti con elementi sospesi. Lo stesso pantografo è rivolto contromarcia per una questione più estetica che non funzionale: sui treni ad alta velocità la posizione contromarcia permette all'aria di esercitare una spinta verso l'alto e aiutare così lo strisciante a restare in presa. Ma le velocità del tram sono molto più basse e questo tipo di funzionalità non è utilizzabile.

Il tram ha ottenuto la circolabilità su tutta la rete con le seguenti eccezioni: corso Gabetti e Falchera (causa monodirezionalità), Gran Madre, via Nicola Fabrizi e curva di corso Re Umberto/Sommeiller a causa della sagoma. Non è abilitata al comando multiplo ma può agganciare ed essere agganciata da qualunque altro tram (8000, 6000, 5000 e 2800). Nel caso venga spinta da un altro tram non può transitare su piani inclinati superiori al 5% (i Giardini Reali).

I motori sono 4, in corrente alternata trifase 380V e sono suddivisi due per ciascun carrello di estremità. Ogni carrello a sua volta rappresenta un azionamento della vettura (in analogia alla serie 5000).

Il primo esemplare, la 8001, è stato consegnato a Torino l'11 febbraio 2022 ma non era ancora completo di tutte le componenti. Successivamente sono arrivati gli esemplari 8002 (giugno 2022) e 8003 (agosto 2022) ma solo con il quarto esemplare (ottobre 2022) si è avuto a disposizione un tram completamente finito e con il quale sono iniziate le prove propedeutiche per l'immissione in servizio. Nell'estate 2022 il tram ha svolto vari km nel piazzale dello Juventus Stadium e poi successivamente lungo i binari della città. L'esame con il ministero è arrivato nell'aprile 2023 e dopo due mesi il tram, 8004, è ufficialmente immesso in circolazione. Nel frattempo la consegna delle vetture ha raggiunto l'esemplare numero 12 ma la loro omologazione avverrà al ritmo di 2/3 tram al mese.

Per le caratteristiche infrastrutturali, le prime linee su cui poteva circolare senza problemi erano 3, 9 e 10 anche se queste ultime due sono quelle in pole-position. Mercoledì 6 settembre il nuovo tram è stato inaugurato alla presenza del Sindaco ed è stato comunicato che il servizio regolare sarebbe iniziato lunedì 11 settembre sulla linea 9 con le prime tre vetture omlogate: 8002, 8003 e 8004.

Alla fine dell'anno 2023 le vetture consegnate erano 22 e il 9 gennaio 2024 sono state omologate ulteriori tre vetture (8009-10-11) portando il totale immesso in servizio a 10. L'immissione in servizio di questi ultimi tre veicoli è avvenuta il 10 aprile 2024.

Una curiosità: si parla di serie 8000 ma a differenza delle maggiori serie (2500, 2700, 2800, 3100, 5000, 6000, 7000) gli HitachiRail partono dalla matricola 1 e non da zero come invece ci si sarebbe aspettato.

DATI TECNICI (fonte GTT)


Anno di costruzione: 2022-23

CARATTERISTICHE PRINCIPALI 
- tara (compreso conducente): 37.655 kg 
- massa complessiva a carico utile eccezionale: 52.540 kg 
- lunghezza fuori tutto: 27.965 mm 
- raggio medio min. di curvatura: 15.000 mm 
- velocità max: 60 km/h 
- alimentazione: 600 Vcc
- organo di presa corrente: pantografo

ORGANI DI CORSA 
- scartamento: 1.445 mm 
- rodiggio: Bo' + 2' + Bo'
- tipo carrello motore: Hitachi STS
- passo carrello motore: 1.800 mm 
- interperno: 4.300 / 6.000 mm 
- tipo di trasmissione: a doppio stadio
- tipo ruote: elastico 
- diametro ruote a nuovo: 610 mm 
- diametro ruote a max usura: 540 mm 

CASSA
- carrozzeria: Hitachi
- colore: giallo-blu
- lunghezza: 29.750 mm
- larghezza: 2.400 mm
- sbalzo anteriore: 4.135 mm
- sbalzo posteriore: 3.230 mm
- altezza: 3.480 mm
- altezza pavimento dal p.d.f. min: 330 mm
- altezza pavimento dal p.d.f. max: 480 mm
- numero porte doppie: 4
- larghezza porte: 1.300 mm

TRAZIONE 
- tipo motore: asincrono trifase
- potenza all'albero: 130 kW 
- avviamento: non dissipativo con convertitore statico di potenza inverter.

FRENO E IMPIANTO PNEUMATICO
- freno di servizio: elettrodinamico-meccanico
- freno di soccorso: (allarme) meccanico e pattini elettromagn.
- freno di emergenza: elettrodinam.-meccanico-pattini
- freno di stazionamento: meccanico

CAPACITA' POSTI PER PASSEGGERI
- posti a sedere: 36
- posti in piedi: 182
- posti di servizio: 2
- posti totali: 220

 

 

GALLERIA FOTOGRAFICA


La 8001 nel momento dell'arrivo a Torino


La consegna della 8002 nel giugno 2022


Il banco di manovra


Vettura 8004 durante le prove al capolinea di Torino Esposizioni


La 8004 durante le prove in piazza Bernini


La 8008 ripresa in corso Settembrini


 La 8009 ripresa in piazza Statuto

Contatori visite gratuiti